Questo articolo è stato letto 10996

Nel momento in cui si forma una coppia, si  percorre un ciclo di crescita che parte dalla dipendenza per arrivare all’interdipendenza attraversando diverse fasi. Tale cilco se si conclude, porta alla formazione di una “coppia sana”.  In ognuna di queste fasi per raggiungere l’autonomia la coppia vive esperienze emozionali particolari.

LA FASE DELLA DIPENDENZA: La coppia sperimenta un “delirio passionale” o “simbiosi”, durante il quale l’idealizzazione del partner è estrema, si pensa a lui come l’anima gemella come a colui che soddisfa ogni proprio desiderio. Si è molto egoisti rispetto ai propri bisogni che hanno la precedenza sul resto e che, comunque, sembrano essere totalmente appagati dall’altro. Questa prima fase che dura circa due anni, si interrompe per favorire il passaggio alla successiva con i primi conflitti legati all’ambiguità e alla ricerca della differenziazione; si manifestano le prime crisi d’ansia, utili per lo scioglimento della simbiosi.

LA CONTRODIPENDENZA: Si caratterizza per il desiderio di “differenziazione”, è il periodo della disillusione, della sofferenza dovuta alla scissione tra l’ideale e il reale, nascono i primi sintomi di incompatibilità, si comincia a pensare alla necessità di creare una giusta distanza. Si manifestano crisi depressive legate ad una difficoltà di gestione della rabbia nata proprio dalla scoperta dell’altro come diverso. Il conflitto in questo periodo è centrale e fisiologico anche in funzione di un apprendimento delle regole del conflitto. Una buona elaborazione di questa fase permette il passaggio alla fase successiva.

L’INDIPENDENZA: Si tratta di un periodo di sperimentazione, la coppia sente l’esigenza di uscire dal nucleo a due e di esplorare l’esterno. E’ forse il periodo più problematico e pressante dal punto di vista conflittuale, Continue Reading »