Onda di Luce – 15 ottobre ( Note Psicologiche posted on ottobre 14th, 2016 )

Questo articolo è stato letto 647

onda-di-luceIn tutto il mondo Ottobre è il mese del ricordo e della consapevolezza sulla morte in gravidanza e dopo il parto.

In particolare, il 15 Ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza, durante la quale accendendo una candela in memoria di tutti i bambini, si darà vita all’ Onda di Luce.

L’ Onda di Luce è l’evento che accomuna tutte le iniziative del BabyLoss Awareness Day. Si svolge a partire dalle 19:00 (ora locale) e unisce tutti i paesi del mondo. Avrà inzio in Australia, paese che avvia l’onda di luce alle 19:00 locali, da lì, al cambio di ogni fuso orario, l’onda di luce si propaga di continente in continente, di stato in stato, avvolgendo tutto il mondo.
L’Onda di Luce nasce da una idea delle associazioni inglesi e si basa su questo pensiero di condivisione “se in tutto il mondo ogni partecipante accende una candela alle ore 19 locali e la mantiene accesa per un’ora, per tutta la giornata del 15 Ottobre un’onda di luce attraverserà il globo, illuminandolo progressivamente, un fuso orario dopo l’altro”.
L’obiettivo principale del BabyLoss Awareness Day è infatti “fare luce” sul tabù della morte in gravidanza e dopo la nascita.

E’ un modo simbolico per sentirsi idealmente uniti con molte altre persone nel mondo, accomunate dalla perdita del proprio bambino, lutto che solitamente invece di unire tende ad  isolare e ad emarginare.

Scopo della giornata è quello di informare e sostenere chiunque abbia perso un bambino durante la gravidanza o dopo la nascita, promuovendo una cultura che sensibilizzi riguardo ai tempi, agli spazi e alle parole legate alla perdita.

L’incidenza di morte in utero, aborto spontaneo e morte perinatale in ogni paese del mondo è di gran lunga superiore a quanto comunemente si pensi. Il lutto perinatale è un tema di cui si parla con grande fatica. Diventa indispensabile quindi coinvolgere attivamente anche la cittadinanza su questo difficile argomento.

A tutti, genitori in lutto e non, è richiesto un semplice gesto in questo mese della consapevolezza della morte in gravidanza e dopo il parto, perché ognuno di noi è chiamato a fare cultura su questo tema così ignorato ma così importante.

A cura della dott.ssa Lucia Recchione

…puoi continuare a seguirci sulla pagina Fb Note Psicologiche – Terapia Breve Strategica

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
Shares

Featuring Recent Posts Wordpress Widget development by YD