Questo articolo è stato letto 5110

Aprile è un mese di grande mobilitazione: sul web, nelle piazze (il 12 e 13 aprile, con le giornate dei Fiori d’Azzurro), nelle scuole, presso le Istituzioni. Telefono Azzurro accende l’attenzione su un dramma che colpisce ogni giorno centinaia di bambini e adolescenti, e resta quasi sempre nascosto nel silenzio. Stiamo parlando della  violenza  e  degli  abusi  sull’infanzia:  violenza fisica, violenza psicologica, casi sempre più gravi di trascuratezza, la piaga dell’abuso sessuale. Casi che si verificano purtroppo spesso tra le pareti domestiche.
Ma è ora di rompere questo muro si silenzio.

Per questo, Telefono Azzurro ha lanciato una grande campagna nazionale, che parte da un grido di ribellione a questo stato di cose che deve diventare un impegno di tutti: “Non stiamo zitti”. Un invito a informarsi e approfondire il tema della violenza sull’infanzia, per conoscerla e riconoscere le situazioni di difficoltà che tanti bambini – magari il nostro vicino di casa, o il compagno di classe di uno dei nostri figli – stanno attraversando. Ma anche per prendere una posizione netta su questo dramma, far sentire la nostra voce.

Come fare per “non stare zitti”?

Approfondite il tema della violenza, informatevi, guardate i video con gli interventi degli esperti (psicologi, medici, avvocati, educatori), e gli appelli dei testimonial che giorno dopo giorno aderiscono alla campagna. E’ stato predisposto un sito dedicato al tema, che ogni giorno si arricchisce di contributi e informazioni nuove: visitate il sito nonstiamozitti.azzurro.it

Imparate come riconoscerla. Telefono Azzurro ha preparato  per  voi  una  pratica  guida:  “La  violenza: come riconoscerla, come difendersi”. Poche semplici informazioni, e un vademecum di comportamento, messi a punto dagli esperti del Centro Studi di Telefono Azzurro. Scaricate qui la guida gratuita

Partecipate in prima persona alla campagna, e coinvolgete familiari, amici, colleghi e conoscenti attraverso i social network. Seguite i canali social di Telefono Azzurro e condividete i post dedicati alla campagna sui vostri profili personali. Abbiamo lanciato un emoticon che è il “volto” della campagna: scaricatelo e mettetelo, per un giorno o per tutto il mese, come immagine nei vostri profili facebook e Twitter. Tutto il mondo della rete deve scoprire l’importanza di rompere il silenzio! Seguiteci sulla nostra pagina facebook

Scendiamo in piazza. Il 12 e 13 aprile in oltre 2.300 piazze italiane i volontari di Telefono Azzurro saranno presenti con i Fiori d’Azzurro. Vieni a trovarci nella piazza a te più vicina, dimostra il tuo impegno contro la violenza, e aiutaci, con un fiore, a sostenere le Linee d’ascolto a tutela dell’infanzia. Scopri la piazza più vicina qui

Aiutateci a rompere concretamente il silenzio. Telefono Azzurro, con le sue Linee d’ascolto (il numero gratuito 196.96 e la chat dedicata) si mette ogni giorno in ascolto di tanti bambini e adolescenti in difficoltà. Vogliamo far crescere le linee d’ascolto, per poter dare una risposta sempre più immediata ad ancora più bambini.  Scopri qui come puoi dare il tuo contributo per sostenere le linee d’ascolto

A cura della dott.ssa Lucia Recchione