Archive for the ‘EVENTI’ Category

Percorso di crescita personale: Terapia di gruppo ad orientamento strategico

Questo articolo è stato letto 478

La psicoterapia di gruppo sta assumendo nel tempo un’importanza sempre maggiore, si fa avanti in tutti noi la consapevolezza che l’individuo non può essere concepito in isolamento ma in continua relazione con il suo gruppo sociale: ci accorgiamo quotidianamente che la sofferenza individuale è in stretta relazione con quella del gruppo di appartenenza.
Le esperienze gruppali, appaiono così essere il contesto migliore per osservare il gruppo e l’individuo nei suoi aspetti vivi ed immediati, risulta infatti molto più facile trattare le difficoltà della persona così come si esprimono nelle relazioni sociali.

La persona che partecipa a gruppi di crescita personale, in un clima di accettazione, potrà esprimere liberamente le difficoltà, le paure e le tematiche ad esse collegate.

Potrà inoltre condividere con gli altri, in un contesto accogliente e protetto, non tanto situazioni simili – poichè ogni persona ha ovviamente una condizione situazionale diversa dall’altra – ma i processi mentali che conducono alla sintomatologia e che al contrario sono comuni e molto simili in quasi tutte le persone che sperimentano una difficoltà. Il gruppo, tra le altre opportunità di crescita e condivisione, offre una possibilità per uscire dall’isolamento.

Cos’è e a cosa serve ?

La psicoterapia di gruppo rappresenta un’ esperienza ed un’ evoluzione personale ed affettiva condivisa con altri. Offre ai partecipanti l’opportunità di scoprire come e cosa si mette in atto nelle situazioni di gruppo, i ruoli ricoperti, Continue Reading »

Onda di Luce – 15 ottobre

Questo articolo è stato letto 1708

onda-di-luceIn tutto il mondo Ottobre è il mese del ricordo e della consapevolezza sulla morte in gravidanza e dopo il parto.

In particolare, il 15 Ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza, durante la quale accendendo una candela in memoria di tutti i bambini, si darà vita all’ Onda di Luce.

L’ Onda di Luce è l’evento che accomuna tutte le iniziative del BabyLoss Awareness Day. Si svolge a partire dalle 19:00 (ora locale) e unisce tutti i paesi del mondo. Avrà inzio in Australia, paese che avvia l’onda di luce alle 19:00 locali, da lì, al cambio di ogni fuso orario, l’onda di luce si propaga di continente in continente, di stato in stato, avvolgendo tutto il mondo.
L’Onda di Luce nasce da una idea delle associazioni inglesi e si basa su questo pensiero di condivisione “se in tutto il mondo ogni partecipante accende una candela alle ore 19 locali e la mantiene accesa per un’ora, per tutta la giornata del 15 Ottobre un’onda di luce attraverserà il globo, illuminandolo progressivamente, un fuso orario dopo l’altro”.
L’obiettivo principale del BabyLoss Awareness Day è infatti “fare luce” sul tabù della morte in gravidanza e dopo la nascita.

E’ un modo simbolico per sentirsi idealmente uniti con molte altre persone nel mondo, accomunate dalla perdita del proprio bambino, lutto che solitamente invece di unire tende ad  isolare e ad emarginare.

Scopo della giornata è quello di informare e sostenere chiunque Continue Reading »

La relazione tra fratelli tra conflitti e amore

Questo articolo è stato letto 2621

conflitto-tra-fratelliSegnalo un’interessante risorsa gratuita sul territorio romano. Un incontro dedicato ai genitori per comprendere le complesse trame relazionali del legame tra fratelli.

Per individuare modi efficaci di sostenere i propri figli nella costruzione del legame fraterno e in particolare apprendere come e quando intervenire nei conflitti tra loro.

Destinatari: genitori di bambini da 0-10 anni

Data: 23 ottobre 2016 ore 16,00 -18,00

Costo: incontro gratuito

Modalità di iscrizione: iscrizione obbligatoria da effettuare presso la segreteria dell’associazione (per un massimo di 18 partecipanti)

Sede: Associazione il Mago di Oz Onlus, Via Cesare Pascucci, 63 00124 Roma (Zona Infernetto)

Recapiti: tel 06.50933740 –  Email  [email protected] –  sito internet www.ilmagodioz.com

Conduttori: dott.ssa Ruena Ventimiglia Psicologa-Psicoterapeuta, dott.ssa Lucia Taddeo Psicologa-Psicoterapeuta

A cura della dott.ssa Lucia Recchione

Se ti piace questo articolo puoi continuare a seguirci sulla pagina Fb Note Psicologiche – Terapia Breve Strategica

Workshop – L’aborto e la morte perinatale: il sostegno alla famiglia

Questo articolo è stato letto 2751

La gravidanza è un momento di grande cambiamento nella vita di una donna e della coppia. Il solo fatto di pensare ad una gravidanza è in grado di attivare il percorso della “genitorialità”, durante il quale si sviluppa gradualmente una nuova identità, quella “genitoriale”.

Attorno a questa nuova identità la coppia sperimenta e condivide pensieri, emozioni e sentimenti circa il bimbo desiderato. Quando la gravidanza si interrompe, in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo, questo processo viene meno bruscamente, lasciando alla donna e alla coppia il difficile compito di confrontarsi con questo grande scarto tra la realtà e i propri sogni, tra la realtà ed il desiderio di genitorialità.

La perdita di un bambino atteso è un vero e proprio lutto per le persone coinvolte. Un processo comune e normale e al contempo diverso. Mancano le parole addirittura per definire una mamma che perde il proprio figlio. La nostra società non è preparata per affrontare la morte di un bambino, e risponde con un atteggiamento prevalente di silenzio, indifferenza, rifiuto. Oppure rischia di banalizzare il dolore invitando la coppia ad andare avanti e a guardare verso il futuro, lasciando alle spalle velocemente questi brutti ricordi.

Obiettivi formativi

Il workshop presenta un approccio terapeutico al lutto in gravidanza a partire da studi internazionali in merito. Vuole fornire agli operatori che lavorano accanto all’aborto e alla morte perinatale (ginecologi, ostetriche, psicologi etc) una serie di strumenti a supporto delle difficoltà connesse all’intervento in queste situazioni di dolore, lutto, a volte trauma.

Gli strumenti proposti hanno lo scopo di sostenere e migliorare la pratica del professionista da un punto di vista comunicativo, assistenziale e psicologico, con l’atteggiamento di chi prende in carico e quindi accompagna la famiglia nel difficile percorso del lutto e del trauma, senza esserne sopraffatto.

Quando

Sabato 26 Settembre 2015, dalle 09:30 alle 17:30

Lyceum®, Clinica e Formazione, Piazza Almici n° 23, Brescia

A cura della dott.ssa Lucia Recchione

Non stiamo zitti!!

Questo articolo è stato letto 5110

Aprile è un mese di grande mobilitazione: sul web, nelle piazze (il 12 e 13 aprile, con le giornate dei Fiori d’Azzurro), nelle scuole, presso le Istituzioni. Telefono Azzurro accende l’attenzione su un dramma che colpisce ogni giorno centinaia di bambini e adolescenti, e resta quasi sempre nascosto nel silenzio. Stiamo parlando della  violenza  e  degli  abusi  sull’infanzia:  violenza fisica, violenza psicologica, casi sempre più gravi di trascuratezza, la piaga dell’abuso sessuale. Casi che si verificano purtroppo spesso tra le pareti domestiche.
Ma è ora di rompere questo muro si silenzio.

Per questo, Telefono Azzurro ha lanciato una grande campagna nazionale, che parte da un grido di ribellione a questo stato di cose che deve diventare un impegno di tutti: “Non stiamo zitti”. Un invito a informarsi e approfondire il tema della violenza sull’infanzia, per conoscerla e riconoscere le situazioni di difficoltà che tanti bambini – magari il nostro vicino di casa, o il compagno di classe di uno dei nostri figli – stanno attraversando. Ma anche per prendere una posizione netta su questo dramma, far sentire la nostra voce.

Come fare per “non stare zitti”?

Approfondite il tema della violenza, informatevi, guardate i video con gli interventi degli esperti (psicologi, medici, avvocati, educatori), e gli appelli dei testimonial che Continue Reading »

Featuring Recent Posts Wordpress Widget development by YD