Category Archive:AMORE E SESSUALITA’

Come far funzionare una relazione di coppia? L’amore dalla prospettiva strategica ( Note Psicologiche posted on gennaio 28th, 2017 )

Questo articolo è stato letto 1083

 

338478394-relazione-amorosa-cuore-simbolo-penna-ideaLe storie di Milton Erickson sono quelle che ti restano sulla pelle e come un velo leggero mentre ti coprono, ti scoprono, riscaldando dolcemente quei punti in cui senti di essere più fragile.

Racconto spesso questo brano che leggerete di seguito, alle coppie che arrivano in studio. Coppie di coniugi o fidanzati alle prese con conflitti e scontri d’opinione e come sempre dopo la lettura, si rivela ai loro occhi, una nuova possibilità di amarsi.

Siamo sul finire degli anni 50, Jay Haley in un confronto con il suo mentore Milton H. Erickson, gli chiede: “Se dovessi descrivere un buon matrimonio, che parole useresti?”

Milton H. Erickson risponde:  “Quando devo descrivere un buon matrimonio ai miei pazienti, faccio notare loro che ci sono essenzialmente quattro tipi di amore:

Il tipo infantile:Io mi amo, amo quello che faccio e come sono” (altro…)

Una sana accoppiata ( Note Psicologiche posted on luglio 3rd, 2012 )

Questo articolo è stato letto 10403

Nel momento in cui si forma una coppia, si  percorre un ciclo di crescita che parte dalla dipendenza per arrivare all’interdipendenza attraversando diverse fasi. Tale cilco se si conclude, porta alla formazione di una “coppia sana”.  In ognuna di queste fasi per raggiungere l’autonomia la coppia vive esperienze emozionali particolari.

LA FASE DELLA DIPENDENZA: La coppia sperimenta un “delirio passionale” o “simbiosi”, durante il quale l’idealizzazione del partner è estrema, si pensa a lui come l’anima gemella come a colui che soddisfa ogni proprio desiderio. Si è molto egoisti rispetto ai propri bisogni che hanno la precedenza sul resto e che, comunque, sembrano essere totalmente appagati dall’altro. Questa prima fase che dura circa due anni, si interrompe per favorire il passaggio alla successiva con i primi conflitti legati all’ambiguità e alla ricerca della differenziazione; si manifestano le prime crisi d’ansia, utili per lo scioglimento della simbiosi.

LA CONTRODIPENDENZA: Si caratterizza per il desiderio di “differenziazione”, è il periodo della disillusione, della sofferenza dovuta alla scissione tra l’ideale e il reale, nascono i primi sintomi di incompatibilità, si comincia a pensare alla necessità di creare una giusta distanza. Si manifestano crisi depressive legate ad una difficoltà di gestione della rabbia nata proprio dalla scoperta dell’altro come diverso. Il conflitto in questo periodo è centrale e fisiologico anche in funzione di un apprendimento delle regole del conflitto. Una buona elaborazione di questa fase permette il passaggio alla fase successiva.

L’INDIPENDENZA: Si tratta di un periodo di sperimentazione, la coppia sente l’esigenza di uscire dal nucleo a due e di esplorare l’esterno. E’ forse il periodo più problematico e pressante dal punto di vista conflittuale, (altro…)

Che donna sei in amore? IV ed Ultima Parte ( Note Psicologiche posted on gennaio 10th, 2011 )

Questo articolo è stato letto 16416

Siamo arrivati al capolinea….ma spero non sia un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Ho cercato, in questi brevi resoconti di evocare le sensazioni di avversione verso il cristallizzarsi di ogni copione di relazione, poiché è questo il vero pericolo di ogni storia d’amore che puntualmente va a rotoli. E’ chiaro che non si può annullare qualcosa di appreso nel corso di molti anni, si rischierebbe di ritrovarsi a mettere in atto comportamenti diametralmente opposti che non farebbero altro che farci passare dalla padella alla brace. Nei loro effetti gli opposti si uniscono, in quanto facce della stessa medaglia. Il fatto che non sia proponibile un cambiamento radicale, non vuol dire che non sia possibile una gestione di successo delle proprie peculiarità personali e relazionali che vanno modulate e riorientate, in modo da renderle  più funzionali, bloccando il processo di cristallizzazione di uno schema fisso. Il primo passo consiste nella gestione del proprio stile di relazione col partner rendendolo flessibile e adattabile.

Prima di procedere con gli ultimi quattro copioni relazionali, mi soffermo su un aspetto metodologico importante: bisogna sfatare il ricorrente modo di trattare gli errori in amore, ovvero l’usuale reazione delle donne a tale argomento che si riassume nella domanda “e l’ uomo??”, facendo riferimento alle mancanze maschili (altro…)

Che donna sei in amore? III Parte ( Note Psicologiche posted on dicembre 15th, 2010 )

Questo articolo è stato letto 17493

Riparto con la trattazione dei copioni in amore e di come essi, se estremizzati, possono divenire una trappola sentimentale. Ricorrendo ad un’analogia teatrale: così come per un attore noto e di successo, la beffa peggiore è quella di essere relegato ad un solo personaggio (ruolo che gli riesce così bene da essergli continuamente richiesto impedendogli di mostrare la sua capacità di saper recitare anche altre parti), nello stesso modo la donna può appiattirsi sul copione amoroso e sentimentale che più l’ha premiata e ne diviene pian piano prigioniera. L’attore che vuole uscire da quel singolo personaggio, si impegna a recitarne di nuovi, imponendoli al suo pubblico, fino a che, grazie ad un nuovo successo, gli verrà riconosciuta la capacità di recitare più parti, riuscendo a liberarsi dalla gabbia del suo personaggio. Allo stesso modo la donna dovrebbe impegnarsi ad interpretare copioni sentimentali diversi, aggiungendo differenti modalità di relazione con l’altro sesso per ridurre la staticità del copione divenuto principale. I copioni che approfondiremo oggi sono: la strega, la braccatrice, (altro…)

Desiderio e sessualità ( Note Psicologiche posted on novembre 29th, 2010 )

Questo articolo è stato letto 31542

Il desiderio sessuale rappresenta la dimensione più sfuggente della sessualità umana perché è difficile fornirne esattamente una definizione oggettiva e darne una misura quantitativa. Il desiderio sessuale è composto da tre forze: biologica, psicologica (che è influenzata da come si sente la persona) e culturale (che riflette valori e regole, è frutto di apprendimento). I sinonimi utilizzati per definire il desiderio sessuale sono: libido, pulsione, voglia, attrazione, bisogno, spinta erotica, appetito sessuale, interesse sessuale, passione, motivazione sessuale.

Dal punto di vista biologico la caratteristica fondamentale del desiderio è quella di rispondere alla spinta verso la riproduzione per la quale ogni specie è programmata. In realtà nella specie umana i fattori biologici agiscono solo parzialmente sulle parti (altro…)

top

Featuring Recent Posts Wordpress Widget development by YD